A chi mi rivolgo

a-chi-mi-rivolgo

A chi mi rivolgo? Mi rivolgo a adulti, adolescenti, coppie, anziani e donne in gravidanza.

Sono diversi i motivi per cui una persona può considerare di rivolgersi ad uno psicologo.
In genere accade che la persona viva uno stato di sofferenza che ha già provato ad affrontare anche in altri modi, senza raggiungere i risultati sperati.

Tale sofferenza può sorgere improvvisamente, oppure può essere presente da tempo.

Decidere di rivolgersi ad uno psicologo non significa “essere pazzi”, bensì provare a muoversi per aiutare se stessi a stare meglio.

Parlare con un esperto è una delle strade possibili: la condivisione permette di rendersi conto non solo che le proprie difficoltà sono superabili, ma anche che, in quanto esseri umani, quando si tratta di emozioni e sentimenti siamo più simili di quel che crediamo.

Un percorso psicologico ha lo scopo di migliorare la qualità di vita di una persona.

Infatti capita anche che qualcuno scelga di intraprendere un percorso psicologico senza che ci sia un vero e proprio malessere, ma per l’esigenza di comprendere meglio se stesso.